Homepage Settori Farmaceutica

Farmaceutica

Attualmente, i titolari di AIC (l’autorizzazione all’immissione in commercio di un farmaco concessa dall’AIFA) sono tenuti a recepire il regolamento delegato (UE) 2016/161 che integra e dà attuazione alla direttiva 2001/83/CE e che stabilisce norme dettagliate sulle caratteristiche di sicurezza che figurano sull’imballaggio dei medicinali per uso umano, con l’introduzione di un codice a barre bidimensionale (soluzione offerta, comunque, anche dal SAFE79®).


>>> Fino ad allora, le case farmaceutiche che intendono adottare una tutela interna sui propri farmaci possono contare sulla flessibilità del SAFE79® e applicarlo sui blister o sulle confezioni.


I dati a sostegno di una tutela a tutto tondo arrivano dall’EUIPO (European Union Intellectual Property Office):

- La contraffazione causa un calo del 4,4 % delle vendite legittime, pari a 10,2 mld € di valore

- 37.700 i posti di lavoro in meno nella farmaceutica causati dal mercato del falso.

Condividi su: